Esiste, anche se travolta dal caos, una strana voglia di Poesia.
C’è chi dice che sembra sparita, la Poesia.
Sembra siano spariti i grandi Poeti, il verso, la rima, l’impegno delle cose ben fatte.
Mi chiedo come potrebbe mai succedere.

 

Una strana voglia di poesia - Patrizia PisanoUn passato lontano o vicino ha visto nascere, crescere e divenire la Poesia con i Poeti. Questo è. Come cancellarlo? Non credo sia possibile perché la Poesia non può far parte del passato. Scritta a penna, pennino, inchiostro. Recitata, cantata, scolpita, digitata. E poi? Anche tramandata. Con la carta e la parola fino ad arrivare al digitale. Non è il mezzo, il cambiamento, la trasformazione a tenere in vita la Poesia: è il desiderio.

Desiderio e attenzione

La ricerca, la lettura, l’ascolto. L’ascolto sopra ogni cosa. Sì, perché la Poesia si ascolta anche quando si legge. Ha un suono che la rende tale e unica. Lasciarsi andare per scoprire l’emozione che arriva prima della comprensione. I Poeti non appartengono al passato. Sono e continuano a cantare i loro versi ogni volta diversi e nuovi. Ogni libro aperto, ogni teatro aperto, ogni cuore aperto all’ascolto, accende una luce e non fa morire il desiderio.
Esiste una strana voglia di Poesia.

Pat