Opera perfetta - Patrizia PisanoSotto un albero spoglio
appoggiava la schiena
in attesa del tramonto
Con la mente tirava sassi di carta
ai vetri di quella finestra
Sempre lì
a chiedersi se pregare di averla
o sognarla soltanto
tra il giorno e la notte
tra i colori sfumati delle nuvole
Lei, si affacciava ogni sera
guardava lontano
si confondeva tra i colori
e sorrideva al cielo
Era incantevole.
Avrebbe mai potuto amarla?
Amarla al di là di quel tramonto
sembrava come distogliere gli occhi
da un’opera perfetta
Lui, passava per la via
alzava gli occhi
e fissava i vetri chiusi
a rispecchiare la valle
Pensava alla sera
prossima
al tramonto fiammante
alle sfumature novelle
sul suo volto

Sognava l’opera perfetta.

Pat