Posso anche capirlo il desiderio di apparire, di esserci almeno con l’espressione di un’opinione. Esistere attraverso due righe scritte. E tutto lo sforzo di apparire simpatici o arguti sembra essere appagato dall’attenzione ricevuta. Credo sia umano. Posso capirlo perché ognuno di noi, anche senza rendersene conto, spreca un sacco di energia per farsi notare. Ci si veste in un certo modo, ci si aggiusta, ci si dà un tono, ci si imposta, si cerca di sembrare sempre intelligenti e svegli, con la risposta pronta, il commento fico. Ma non è mica necessario! Insomma, non sempre, non tutti i giorni. Ci si può anche rilassare, ogni tanto. Basta fermarsi, fare silenzio, non pretendere di avere un’opinione su tutto, una battuta su tutto, e distinguersi da tutto, remare contro tutto, essere ossessivamente originali, attenti, sul pezzo, contemporanei, gasati, drogati di tempo perso a dire cose. Basta fermarsi un po’ e rendersi conto che si esiste ugualmente. Relax…

Pat