Seleziona una pagina

Ogni volta ne premiavi tre, i tre per iniziare. Decidevi con cura, ci facevi aspettare. Eravamo lì a eternare l’evento con i nostri occhi, con la smania curiosa. Quel giorno arrivasti dalla stanza del colore per annunciare la scelta – Ho deciso – con quel tuo modo preciso quello di fare le cose con il minor margine di errore – Ho deciso il colore! – Era il terzo, era il blu. Verde, azzurro, blu… e disegnasti il mare.

Pat