Seleziona una pagina

Mi capita di pensarci e non solo nel Giorno della Memoria. Con l’Olocausto, secondo me, l’essere umano ha dichiarato e documentato il peggio di se stesso. E allora ci penso spesso, soprattutto quando sento dire frasi tipo: “Rimaniamo umani!” o “Ci vorrebbe più umanità…”, cose così. Come se certe atrocità, non siano mai state fatte da esseri umani, normali e comuni esseri umani!

Non solo fatte ma pensate e organizzate strategicamente curando ogni dettaglio, ogni minimo particolare. Niente lasciato al caso. Milioni di persone annientate, non uccise. Ma c’è chi continua a dire che il Giorno della Memoria non ha senso, che nella storia ci sono state tante altre persecuzioni, eventi, stragi, atrocità che non vengono ricordate con la stessa enfasi. Gente che nel motivare questa sue dichiarazioni sta lì a farti esempi e soprattutto a illuminarti sul ‘potere degli ebrei’.

Sentire certi discorsi è terrificante, è come se la storia si ripetesse chiusa dentro certe frasi subdole, vigliacche, pericolose, frasi che non muoiono mai. Ed è proprio quando sento certe frasi che mi rendo conto che il Giorno della Memoria non è fatto per ricordare quello che è stato ma per illuminarci su quello che è, oggi come ieri.

Pat