Seleziona una pagina

Smonta le costruzioni instabili, la morte, come se portasse luce tra i rapporti umani. C’è una verità che appartiene solo all’anima e quella non si lascia toccare. Dicono sia il dolore ma non lo è. È, invece, la nudità. Ti spoglia, la morte. E al freddo ti osserva mentre non hai più voglia di sorridere fingendo. A quel punto, l’amicizia è qualcosa di scarno quasi indefinibile, l’amore si sgretola ad arrivare al cuore e lo spazio che occupa è breve, intenso, egoista come quello di un bambino. Gli sguardi ti girano intorno giudicano la tua solitudine, disapprovano la tua compagnia, indovinano i tuoi bisogni senza mai indovinarli. Nella vita capita di avere quella faccia spaventata, rassegnata, con la speranza di una via d’uscita oltre la mancanza. Poi, capita il sorriso, la cura della nudità, l’amicizia cercata, lo sguardo dell’amore, la vita dentro la mancanza.

Pat