Seleziona una pagina

L’acqua sempre troppo fredda. Ho ancora memoria di quel brivido. Non era un tuffo il mio ma un mescolarmi piano piano, all’acqua. Ne avevo rispetto, era il mondo a parte, quello dei delfini e le balene, i miei parenti lontani. Ci parlavo, sai? Chiedevo le storie, volevo ascoltare. Immagina il blu e poi l’azzurro in superficie e quel silenzio melodico che bonifica la mente. Immagina… Vorresti ascoltarlo con me? I delfini raccontano, a loro piace la mia attenzione, a me le loro storie. Ritorno a mescolarmi nell’azzurro.

Pat